Risorse Umane


LA GRAFOLOGIA NELLE RISORSE UMANE.

La grafologia ha conquistato un ampio spazio nei colloqui di lavoro in oltralpe.

Il 97% di tutte le aziende francesi che devono assumere un collaboratore, si avvale non solo del curriculum vitae come strumento di conoscenza del percorso formativo ed esperienziale, ma anche di una lettera di motivazione manoscritta del candidato. Un'analisi grafologica del candidato è uno degli strumenti delle scienze umane per comprendere le motivazioni, le attitudini, le sfaccettature comportamentali ed i punti di fragilità. Le qualità individuali rilevate vengono messe a confronto con i requisiti richiesti nell'offerta lavorativa, per comprendere se il candidato abbia le attitudini favorevoli ad un inserimento vantaggioso in seno all'azienda. In caso contrario il candidato potrebbe non mettere a frutto le proprie qualità, trovarsi in difficoltà, e rallentare il proprio processo di crescita, insieme a quello dell'azienda.

La scelta del percorso formativo, spesso iniziata in età giovanile, non sempre è una scelta dettata da una vocazione o da una chiara consapevolezza delle proprie attitudini. Talvolta la scelta è stata indirizzata da altri. La strada individuale più complessa consta nel trovare applicazione alla propria formazione, adattando il "sapere" al "saper essere". Talvolta capita che nell'ambito di una stessa professione si possa ricoprire un ruolo e non un altro.... e talvolta, ahimè, la persona scopre di non avere né attitudini né vero interesse per il percorso di studi che ha affrontato. Una crisi , la cui consapevolezza apre l'opportunità alla mutazione ed al cambiamento di orientamento, evento particolarmente frequente ed accettato nei Paesi dell'oltralpe e del nord Europa.

Talvolta succede pure che la motivazione e le predisposizioni personali siano così aderenti al ruolo da svolgere che il responsabile delle Risorse Umane accetti ben volentieri di affidare l'incarico ad una candidato che abbia meno competenze e titoli di formazione.

La grafologia non viene usata solo durante la selezione del personale, ma anche quando si deve rivalutare e valorizzare un collaboratore, configurandone lo sviluppo del potenziale lavorativo.
Ed ancora, la grafologia può essere uno strumento importante per l'orientamento agli studi, aiutando a decidere quale percorso sia meglio consigliabile per un ragazzo al termine degli studi superiori.

COSA VIENE VALUTATO DALLA GRAFOLOGIA?

La scrittura del candidato viene consegnata ad un consulente grafologo, il quale avrà l'accuratezza di cercare i punti di forza e di debolezza che caratterizzano la personalità. Verranno valutate le motivazioni e le attitudini concernenti le qualità dell'intelligenza, la precisione, l'affidabilità, l'etica, la capacità di problem-solving, la decisionalità, l'adattamento, la riflessione, l'interventismo, le doti relazionali, l'equilibrio emotivo, la gestione dello stress, il grado di autonomia... e tanti altri parametri ancora. Il grafologo stila un profilo dello scrivente che offre all'azienda elementi di giudizio indispensabili per valutare i propri collaboratori.

QUALI SONO I VANTAGGI DELLA GRAFOLOGIA?

Premesso che un dipendente è un investimento per l'azienda, tanto in termini di costi, quanto di produzione, avere il personale giusto al posto giusto, è un guadagno tanto per l'azienda, quanto per la gratificazione individuale del personale.

I costi che l'azienda deve sostenere per la selezione del personale sono inferiori rispetto agli altri strumenti a disposizione della Gestione del Personale, come i test psicoattitudinali, prove di gruppo o questionari di personalità.

La grafologia, mettendo alla luce le motivazioni e le attitudini, diventa uno strumento previsionale a lungo termine, capace anche di far emergere tanto le predisposizioni e motivazioni quanto eventuali segnali d'allarme comportamentali che possano diventare problematici nel contesto lavorativo.

Nessun commento:

Posta un commento